Privacy Policy Hello Johnny Cash: R for River – WCN Radio – Country Rock Network
menu Home chevron_right
Johnny CashMusic

Hello Johnny Cash: R for River


Il tema che abbiamo scelto per questo episodio è “R for River”.

Gli Stati Uniti sono un paese immenso, con innumerevoli risorse naturali. Uno degli elementi fondamentali del paesaggio di quel Paese sono i fiumi. Un fiume in particolare però è molto radicato nel cuore degli americani: il Mississippi. Johnny Cash trascorse gran parte della sua fanciullezza nella colonia agricola di Dyess in Arkansas, che si trova nel bacino del Mississippi e dei suoi affluenti. Se da un lato un fiume come il Mississippi porta prosperità rendendo fertili le terre che attraversa, dall’altro esso può anche portare distruzione con le sue esondazioni. Nel 1937 ebbe luogo proprio una di queste devastanti esondazioni e questo tragico evento ispirò Johnny Cash nella scrittura di una delle sue canzoni più famose: Five Feet High and Raising, che ascolteremo tra poco. 

Five Feet High and Raising fu pubblicata nel 1959 nell’album Songs of Our Soil per la casa discografica Columbia Records ed anche in un singolo insieme alla canzone I Got Stripes.

Ecco a voi dunque Johnny Cash in Five Feet High and Raising.

Five Feet High and Raising

La canzone che ascolteremo adesso si chiama Big River e parla anch’essa di quel grande fiume che è il Mississippi. L’approccio al fiume in questa canzone è però molto diverso da quello che abbiamo ascoltato nella canzone precedente, dal momento che la storia che si svolge sullo scenario del Mississippi questa volta è una storia di amore non corrisposto. Come dice il protagonista della canzone: “And the tears that I cried for that woman are gonna flood you Big River”, rovesciando così i ruoli tra il fiume e l’uomo, in cui è quest’ultimo ad inondare il fiume con le sue lacrime di dolore per non essere amato.

La canzone Big River fu pubblicata nel 1958 nell’album Johnny Cash Sings The Songs That Made Him Famous per la casa discografica Sun Records ed anche in un singolo insieme alla canzone Ballad of a Teenage Queen. Ecco a voi allora Johnny Cash in Big River.

Big River

Tra le persone che ebbero un ruolo fondamentale nella vita e nella carriera artistica di Johnny Cash, oltre alla sua amatissima compagna June Carter, ci fu anche la mamma di June, Mother Maybelle Carter. Maybelle e June, assieme alle altre due sorelle di June, Anita e Helen, facevano parte di quella famiglia Carter che gettò le fondamenta della musica country moderna negli Stati Uniti, influenzando moltissimi degli artisti che si sarebbero cimentati in questo genere musicale. Dopo la morte di Mother Maybelle, che avvenne nel 1978, Johnny Cash scrisse una struggente canzone il cui nome è Tears in The Holston River, in cui affidava le lacrime del suo dolore proprio ad un fiume e precisamente l’Holston River. Il fiume in questo contesto non viene visto come un semplice elemento naturale ma come un confidente con il quale condividere il proprio dolore per la perdita di una persona cara. La canzone venne pubblicata nel 2002 all’interno dell’album Will The Circle Be Unbroken, Volume III della Nitty Gritty Dirt Band. Ecco a voi dunque Johnny Cash con la canzone Tears in The Holston River.

Tears in The Holston River

Ascolta l’episodio qui

A cura di Marco Giubbilei

Written by Admin


  • Adesso Online

    RomantiCountry

    Go To Show
  • On Air
    Listen on Online Radio Box! WCN RadioWCN Radio
  • Contatta WCN con Whatsapp
    In contatto con WCN
  • WCN Proposte
  • Media Partner
  • Eventi
    Thumbnail
    Honkytonk Hayride 2^ Edizione
    Mr. Fantasy / 26 Jan 2020



  • play_circle_filled

    WCN Radio
    Country Rock Network

play_arrow skip_previous skip_next volume_down
playlist_play